La foglia fico d’india per guarire la gastrite

La foglia fico d’india per guarire la gastrite.

La foglia, pala di ficodindia, il cladode per utilizzare il termine scientifico è un vero toccasana per la salute, particolarmente indicato per la cura della gastrite.

Il Nopaline, rimedio naturale per la riduzione di ulcere e gastriti

In tempi moderni più attuali la ricerca e le evidenze scientifiche hanno confermato la letteratura popolare destinata alle proprietà delle pale di ficodindia, erano ben conosciute e impiegate da sempre come decongestionanti, antinfiammatori. Il ficodindia è ancora conosciuto come “l’albero delle saldature”, le sue foglie ridotte in poltiglia avevano eccezionali risultanze contro la gastrite e l’ulcera, riuscivano con poche assunzioni a cicatrizzare, “saldare”.
Dalla tritura un poco artigianale, siamo passati con la ricerca ad elaborare con metodo estremamente naturale il succo della pala di ficodindia, il Nopaline.

Uso e indicazioni del Nopaline, succo di pala di ficodindia

Tra le peculiarità del Nopaline, può essere bevuto come rimedio contro l’oliguria, l’acidità e il bruciore di stomaco, il reflusso, consumato come diuretico antinfiammatorio. Il succo, all’interno come depurativo epatico, e all’esterno, spalmato sulla cute arida o grassa per reidratarla e purificarla.
Il succo di pala di ficodindia, Nopaline, contiene mucillagini, pectine, gomme, lignani, cellulose, emicellulose, β-carotene, luteina, α-criptoxantina, glucosio, fruttosio, arabinosio, ramnosio, xilosio, galattosio, vitamina B1, vitamina B2, vitamina B3, vitamina C, calcio, magnesio, potassio, silicio, ferro, manganese, acido galatturonico, acido malico, acido tartarico, aminoacidi, tannini.
La frazione polisaccaridica presente è costituita prevalentemente da un polimero di galattosio, arabinosio e altri zuccheri chiamato opuntiamannano (o opunziamannano).

Cura delle gastrite, dell’ulcera e non solo con il Nopaline

Come accennato in precedenza, Dal 1980 gli studi sulla pala di ficodindia, hanno avuto una notevole grado d’interesse, con un conseguente ampio allargamento dello spettro terapeutico.
Delle pale di ficodindia è stata dimostrata non solo l’attività ipoglicemizzante del ficodindia, ma anche la positiva influenza su altri disturbi metabolici, quali le iperlipidemie e l’obesità.
nopalineIl succo di pala di ficodindia, possiede la massima attività grazie alla forte concentrazione (50%) di frazione polisaccaridica costituita prevalentemente da opuntiamannano, al quale si deve la capacità di legare i grassi e gli zuccheri ingeriti, che diventano pertanto insolubili e quindi eliminati tal quali.
L’opuntiamannano è in grado di adsorbire, nel lume intestinale, anche le tossine, impedendone di fatto l’assorbimento.
Glicemia – Prove sperimentali dimostrano che la glicemia diminuisce entro 2-6 ore dall’assunzione.

 

Per acquistare il Nopaline: http://www.nutrisana.it/prodotto/nopaline-succo-di-nopal-200-ml/